Cioccolato fondente e Diabete: si può mangiare?

Cioccolato fondente e Diabete: si può mangiare?

Nei nostri periodici approfondimenti abbiamo più volte sottolineato quanto il cioccolato fondente sia un alimento salutare per il nostro benessere, in grado di contribuire a ridurre la pressione e il rischio di malattie cardiovascolari, e di esercitare un favorevole ruolo antiossidante.

Naturalmente, per poter ottenere i massimi risultati dalla presenza del cioccolato fondente nella nostra dieta sarà fondamentale scegliere tavolette di buona qualità, come quelle che puoi trovare nel nostro shop, assicurandosi così di poter assumere un alimento ricco di proprietà benefiche.

Ma che rapporto esiste tra cioccolato fondente e diabete? Un diabetico può mangiare cioccolato fondente? E se si, a cosa dovrebbe prestare attenzione?

Cioccolato, diabete e zucchero nel sangue

Cominciamo con il rammentare che, come noto, il cioccolato aumenta i livelli di zucchero nel sangue e… per questo motivo molti diabetici si tengono alla lontana di questo alimento, o limitano il consumo fin quanto possibile, se la glicemia è già di per sé elevata.

Tuttavia, è bene chiarire una cosa: chi ha il diabete non deve necessariamente rinunciare per sempre al consumo di cioccolato, considerato che gli effetti positivi di questo alimento sull’umore e sulla salute sono notevoli.

Se infatti il cioccolato fondente è di buona qualità, l’alimento sarà in grado di migliorare il metabolismo degli zuccheri, ridurre la pressione e il rischio cardiovascolare

Insomma, anche il diabetico potrà ben mangiare del prelibato cioccolato fondente, a patto – evidentemente – di non esagerare con le dosi, visto e considerato che un consumo eccessivo di cioccolato provoca un innalzamento della glicemia e può determinare anche un aumento del peso. Dunque, traendo le dovute valutazioni sintetiche (e fermo restando il consiglio di parlarne sempre con il proprio medico di riferimento), anche chi ha il diabete può consumare il cioccolato, pur moderando la sua assunzione. Ma, in ogni caso, questa è una buona regola che dovrebbe valere per tutti, no?

Quale cioccolato preferire

Ora che abbiamo chiarito che, senza esagerare, anche un soggetto diabetico può consumare cioccolato fondente, possiamo cercare di comprendere quale cioccolato mangiare con il diabete.

Ebbene, le linee guida mediche ci suggeriscono che sarebbe da preferire il cioccolato fondente di buona qualità, perché è maggiormente benefico per la nostra salute e sazia maggiormente rispetto al latte, permettendoci così di non esagerare con le porzioni.

È altresì meglio consumare lentamente il cioccolato fondente, facendolo sciogliere in bocca e assaporandone ogni sfumatura. In ogni caso, è bene mangiarlo a fine pasto, quando si è meno affamati.

Cioccolato per diabetici

In commercio non è raro trovare prodotti che vengono venduti come cioccolati per diabetici. Ma è davvero così? Ci sono dei cioccolati adatti per queste persone?

In realtà, no! E in queste brevi righe non possiamo che sfatare un falso mito sui cioccolati per diabetici, che non solo non hanno alcun procedimento di realizzazione particolare o dedicato a chi ha il diabete, ma non ha nemmeno benefici in più per la loro salute.

Insomma, si tratta di un cioccolato normale, che spesso per motivi di marketing viene etichettato come “per diabetici”, al solo fine di attirare con maggiore efficacia questo target.

Il nostro suggerimento è invece quello di non soffermarsi sulla ricerca di presunti cioccolati per diabetici, ma preferire piuttosto la scelta di un cioccolato fondente di qualità, da consumare con la già rammentata moderazione.


2 commenti


  • otgoiax

    ] Amoxicillin Online zuw.cnvk.beppianicioccolato.it.bdg.mh http://mewkid.net/when-is-xuxlya3/


  • uqbivuc
    500mg Capsules[/url] Amoxicillin 500 Mg amu.uvcu.beppianicioccolato.it.qoc.vj http://mewkid.net/when-is-xuxlya3/

Lascia un commento